Günther Pariboni

Curioso di vocazione. Rompiscatole per passione. Comunicatore per hobby.

Figli della Miniera

E’ presente nei i più importanti siti di e-book, il mio romanzo Figli della Miniera, auto-pubblicato perché in Italia l’editoria è un business piuttosto che un’opportunità. In ogni caso, il traguardo di un romanzo è stato raggiungo, con tanto di codice ISBN.

Se non sei un amante degli eBook e preferisci la versione cartacea, puoi acquistarla direttamente a questo link in versione PDF che ti invierò per posta elettronica.

Di cosa parla Figli della Miniera?  Ci troviamo agli inizi del 1700 in Alto Perù, oggi Bolivia, nella cittadina mineraria di Potosi, due bambini appartenenti a classi sociali differenti, Pedro ed Hernann, iniziano un’amicizia sincera e spontanea, ma nascosta agli occhi di chi per diversi motivi non può tollerare questa differenza.

Pedro è il figlio di un ricco concessionario della miniera d’argento del Cerro Rico. Hernann un niño minero, un bambino minatore che si guadagnava da vivere spalando sassi perché troppo piccolo per lavorare all’interno del giacimento.

Un’amicizia leale che è uno scambio di esperienze, conoscenze e solidarietà dove un bambino conosce il mondo dell’altro.

Scoperti ed allontanati, i due crescono nei rispettivi ambienti facendone ben presto parte e divenendone rappresentanti attivi. Pedro si trasforma in un cinico padrone interessato solo al potere ed al denaro, che disprezza la vita dei suoi dipendenti. Hernann divenuto minatore, si scopre leader di un sentimento di malumore contro le terrificanti condizioni di lavoro a cui lui ed i suoi colleghi devono sottostare per vivere.

I sentimenti passati si trasformano in odio, prevaricazione e ribellione, fino al naturale epilogo che, nel cuore della miniera d’argento che dal 1545 ha maledetto questa terra, si trasforma in una partita aperta dall’esito tutt’altro che scontato.

Ho avuto piacere a scriverlo, come spero qualcuno possa avere piacere a leggerlo.

Per adesso, c’è stato chi si è potuto godere il documentario I Minatori del Diavolo, trasmesso da RAINEWS24 e che ha ricevuto diversi riconoscimenti, compreso quello dell’Ambasciatore della Bolivia in Italia.

Annunci

4 thoughts on “Figli della Miniera

  1. Ciao Gunther come stai? Volevo complimentarmi con te per il libro, non l’ho ancora terminato ma è davvero bello, il tempo è sempre poco ma la sera prima di dormire ne leggo qualche pagina. Hai scritto molto bene quella triste realtà e ancora grazie per avermelo fatto leggere. Buona giornata.

    Mi piace

  2. Ciao Gunther,
    Ho ricevuto e letto “figli della miniera”. Posso dire che l’ho divorato. Mi è piaciuta molto la storia, la reputo molto interessante e ben scritta. L’unica cosa sulla quale sono rimasta un po’ delusa è la lunghezza del testo, ma questo è un problema mio che sono abituata a leggere libri da migliaia di pagine. Sei comunque riuscito a dare vita ad una bella storia che si sviluppa molto bene.
    Ripeto a me è piaciuto molto, anche se è durato poco purtroppo. Complimenti!
    Grazie per avermi dato l’opportunità di leggerlo.

    Mi piace

    1. Ciao Sara
      il tuo commento mi fa molto piacere e la tua delusione sulla lunghezza del romanzo, non ci crederai, mi lusinga perché significa che ti sei affezionata alla storia.
      Purtroppo non sono uno scrittore “un tanto al kg”, ma preferisco non essere troppo prolisso nei particolari: la storia deve avere lo spazio dominante, non il contorno.
      Però ti prometto che il romanzo che sto scrivendo ora, avrà qualche pagina in più per farti felice.
      Un saluto e grazie per averci regalato (a me ed i miei personaggi) un po’ del tuo tempo.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: