Gunther pariboni

Curioso di vocazione. Rompiscatole per passione. Comunicatore per hobby.

Le frasi

  • La testa sempre più alta del culo.
  • Le cose o le dico o non le penso.
  • Ci sarà sempre un abbraccio che ti aspetta almeno fino ad un secondo prima che morirò.
  • Ad un bambino non è difficile dire che gli asini volano. Il difficile è farlo guardare in alto per scoprire che sono sulla sua testa.
  • Che il sole illumini sempre il tuo cammino e la luna allieti il tuo riposo.
  • Eravamo due persone estremamente differenti; per questo con il tempo, avevo pensato che avremmo potuto condividere molto se non la vita intera
  • Nel mondo il dissapore popolare viene espresso con insurrezioni di piazza. In Italia viene postato su Facebook.
  • Preferisco essere odiato da una persona sincera che essere stimato da una ipocrita
  • Non ci sarà mai notte che vieterà al sole di sorgere.
  • Se per vivere devi strisciare, allora alzati e muori (G. Morrison).
  • La democrazia è sempre una moneta a due facce: devo c’è un diritto c’è sempre un dovere (Luigi Garlando “Camilla che odiava la politica”).
  • Se c’è una cosa che ho imparato dalle lezioni di Aristotele è questa: quando non siamo da soli, siamo sempre una polis, cioè una piccola città, anche in due, e ognuno è chiamato ad essere ministrum, servo, dell’altro. Nessuno può permettersi di dire “io non gioco”. Siamo tutti in campo per la stessa partita a tre tocchi: capire, partecipare, servire. […] ho scoperto che una mela può avere anche tre metà. (Luigi Garlando “Camilla che odiava la politica”).
  • Ci sono due modi di vedere il domani, c’è chi lo vede come un giorno chiuso tra due notti e chi invece preferisce vedere nel domani una notte confinata tra due giorni. (Don Antonio Manzi).
  • Le occasioni non si perdono. Solo loro che decidono quando prenderti.
  • Andare a caccia di ricordi non è mai un bell’affare. Qualunque cosa trovi sulla tua strada rimane in ogni caso un nulla di fatto. Quelli belli non li puoi più catturare e quelli brutti non li puoi uccidere. E ogni respiro sembrava fatto d’aria malsana, quella che si ferma in gola e lascia un cattivo sapore in bocca. (Giorgio Faletti – Io sono Dio)
  • La scuola non serve a imparare il latino o le date, ma l’amore per la ricerca della verità e di ciò che è giusto.
  • “Dunque, dove eravamo rimasti? Potrei dire moltissime cose e ne dirò poche. Una me la consentirete: molta gente ha vissuto con me, ha sofferto con me questi terribili anni. Molta gente mi ha offerto quello che poteva, per esempio ha pregato per me, e io questo non lo dimenticherò mai. E questo “grazie” a questa cara, buona gente, dovete consentirmi di dirlo. L’ho detto, e un’altra cosa aggiungo: io sono qui, e lo sono anche, per parlare per conto di quelli che parlare non possono, e sono molti, e sono troppi. Sarò qui, resterò qui, anche per loro. Ed ora cominciamo, come facevamo esattamente una volta” (Enzo Tortora, Portobello 20.02.87)
  • Tornando a casa, troverete i bambini. Date una carezza ai vostri bambini e dite: questa è la carezza del Papa. Troverete qualche lacrima da asciugare, dite una parola buona: il Papa è con noi, specialmente nelle ore della tristezza e dell’amarezza. (Angelo Maria Roncalli, Papa Giovanni XXIII – 11 Ottobre 1962).
  • Voglio morire nell’errore che vivere nella sofferenza.
  • Preoccupati più della tua coscienza che della tua reputazione. Perché la tua coscienza è quello che tu sei, la tua reputazione è quello che gli altri pensano di te. Quello che gli altri pensano di te, è un problema loro (Charlie Chaplin).
  • Per quanto forti potessero essere i governanti, non lo sarebbero mai stati a sufficienza di fronte alla grande maggioranza degli agricoltori senza potere, i quali, se fossero riusciti a unire le forze, avrebbero rovesciato in poche ore il regime che li sfruttava. (Yanis Varoufakis, È l’economia che cambia il mondo – BUR Rizzoli).
  • Se riesci a conservare il controllo quando tutti intorno a te lo perdono e te ne fanno una colpa; se riesci ad avere fiducia in te quando tutti ne dubitano, ma anche a tener conto del dubbio; se riesci ad aspettare e a non stancarti di aspettare o se mentono a tuo riguardo, a non ricambiare in menzogne, o se ti odiano, a non lasciarti prendere dall’odio, e tuttavia a non sembrare troppo buono e a non parlare troppo saggio: se riesci a sognare e a non fare del sogno il tuo padrone; se riesci a pensare e a non fare del pensiero il tuo scopo; se riesci a far fronte al Trionfo e alla Rovina e trattare allo stesso modo quei due impostori; se riesci a sopportare di udire la verità che hai detto distorta da furfanti per abbindolare gli sciocchi, o a contemplare le cose cui hai dedicato la vita infrante, e piegarti a ricostruirle con arnesi logori. Se riesci a fare un mucchio di tutte le tue vincite e rischiarle in un colpo solo a testa e croce, e perdere e ricominciare di nuovo dal principio e non fiatare una parola sulla perdita; se riesci a costringere cuore, tendini e nervi e servire al tuo scopo quando sono da tempo sfiniti, e a tenere duro quando in te non resta altro tranne la Volontà che dice loro: “Tieni duro!”.
  • Se riesci a parlare con la folla e a conservarti retto, e a camminare coi Re senza perdere il contatto con la gente, se non riesce a ferirti il nemico né l’amico più caro, se tutti contano per te, ma nessuno troppo; se riesci a occupare il minuto inesorabile dando valore a ogni istante che passa, tua è la terra e tutto ciò che è in essa e – quel che è più – sei un Uomo, figlio mio! (“Se” di Kipling 1895).
  • Io grido: “Sono innocente”. Lo grido da tre anni, lo gridano le carte, lo gridano i fatti che sono emersi da questo dibattimento! Io sono innocente, spero dal profondo del cuore che lo siate anche voi.
  • Le regole della vita del Daili Lama:

1) Tieni sempre conto del fatto che un grande amore e dei grande risultati comportano un grande rischio.

2) Quando perdi, non perdere la lezione.

3) Segui sempre le tre “R”: Rispetto per te stesso, Rispetto per gli altri, Responsabilità per le tue azioni.

4) Ricorda che non ottenere quel che si vuole può essere talvolta un meraviglioso colpo di fortuna.

5) Impara le regole, affinchè tu possa infrangerle in modo appropriato.

6) Non permettere che una piccola disputa danneggi una grande amicizia.

7) Quando ti accorgi di aver commesso un errore, fai immediatamente qualcosa per correggerlo.

8)Trascorri un pò di tempo da solo ogni giorno.

9) Apri le braccia al cambiamento, ma non lasciar andare i tuoi valori.

10) Ricorda che talvolta il silenzio è la migliore risposta.

11) Vivi una buona, onorevole vita, di modo che, quando ci ripenserai da vecchio, potrai godertela una seconda volta.

12) Un’atmosfera amorevole nella tua casa deve essere il fondamento della tua vita.

13) Quando ti trovi in disaccordo con le persone a te care, affronta soltanto il problema attuale, senza tirare in ballo il passato.

14) Condividi la tua conoscenza. E’ un modo di raggiungere l’immortalità.

15) Sii gentile con la Terra.

16) Almeno una volta l’anno vai in un posto dove non sei mai stato prima.

17) Ricorda che il miglior rapporto è quello in cui ci si ama di più di quanto si abbia bisogno l’uno dell’altro.

18) Giudica il tuo successo in relazione a ciò a cui hai dovuto rinunciare per ottenerlo.

  • Se ami una persona, la parola “lontano” è solo inchiostro nel vocabolario.
  • E se un domani non dovessi essere più considerato un essere umano, vi prego almeno di considerarmi un ago da cucito.
  • Questo film lo dedichiamo ai folli. Agli anticonformisti, ai ribelli, ai piantagrane, a tutti coloro che vedono le cose in modo diverso. Costoro non amano le regole, specie i regolamenti, e non hanno alcun rispetto per lo status quo. Potete citarli, essere in disaccordo con loro; potete glorificarli o denigrarli, ma l’unica cosa che non potrete mai fare è ignorarli, perché riescono a cambiare le cose, perchè fanno progredire l’umanità. E mentre qualcuno potrebbe definirli folli, noi ne vediamo il genio; perché solo coloro che sono abbastanza folli da pensare di poter cambiare il mondo lo cambiano davvero.”
  • Io non perdo mai: o vinco oppure imparo.
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: